Bruxelles, rilasciato il presunto “uomo col cappello”. Ripartono le indagini…

I tre attentatori dell'aeroporto di BruxellesNon sarebbe Faysal Cheffou il terzo uomo ripreso dalle telecamere a circuito chiuso dell’aeroporto di Bruxelles: arrestato giovedì, il reporter freelance e’ stato rilasciato quest’oggi per assenza di prove. La procura, attraverso un comunicato stampa, ha dichiarato: “Gli indizi che avevano portato all’arresto del di Faysal Cheffou non sono stati confortati dall’evoluzione dell’inchiesta in corso. Di conseguenza l’interessato è stato rimesso in libertà dal magistrato istruttore”.

Cheffou non aveva confessato la propria colpevolezza, né aveva fornito il proprio dna per l’identificazione.

Ripartono così le indagini alla ricerca dell’uomo “con il cappello”, di cui quest’oggi la Polizia belga ha postato sul proprio sito delle nuove immagini del terzo terrorista, mentre spinge un carrello con un’enorme valigia attraverso la hall delle partenze, accanto ai kamikaze Ibrahim El Bakraoui e Najim Laachraoui, che di lì a poco si sarebbero fatti saltare in aria.

Contestualmente all’annuncio della liberazione di Faysal Cheffou, la procura belga ha confermato gli arresti per altri tre terroristi (Yassine A., Mohamed B. e Aboubaker O., arrestati nei raid di giovedì scorso a Bruxelles e ad Anversa).

Sale intanto a 35 il bilancio delle vittime degli attentati di settimana scorsa: oltre alle 31 persone rimaste uccise negli attentati all’aeroporto e alla metro, si aggiungono 4 persone spirate negli ospedali. Per quanto riguarda i feriti, sono ancora 96 le persone ricoverate in ospedale.