Sabato, Barcellona e Real Madrid rinnovano la loro epica rivalità

clasicoIl ‘Clasico’ di Spagna tra Barcellona e Real Madrid è un evento sportivo e mediatico che interessa tutto il paese ed il mondo intero che genera profitti enormi, lo scontro sportivo tra queste due realtà così diverse è diventato un must a partire dagli anni novanta, quando, il club catalano ha cominciato ad imporsi come il secondo club più vincente di tutta la Spagna grazie ad i trionfi targati Cruyff in panchina( tra l’altro uno dei protagonisti del primo 5-0 del Barcellona sul Real, quando era giocatore) e guidati in campo dall’estro di Pep Guardiola.

Ma quello che c’è dietro a questa rivalità, va ben oltre il semplice predominio sportivo, Barcellona- Real, infatti, è prima di tutto uno scontro ideologico e sociale tra l’identità castigliana e quella catalana( talmente forte da mantenere una propria lingua e da desiderare l’indipendenza dai reali di Spagna). Il sentimento indipendentista dei catalani, infatti, è talmente forte da essere secondo solamente a quello basco, la dimostrazione di questo sentimento è stata espressa chiaramente dal referendum che, il 27 settembre 2015, ha confermato, con il 77% dei voti, la volontà dei catalani di essere indipendenti dal governo centrale. La decisione presa dai votanti è stata successivamente rigettata in corte d’appello, essendo, il referendum stesso, dichiarato “incostituzionale”, l’operazione di disgelo tra il governo centrale e quello catalano è tuttora in atto e le due parti stanno cercando di trovare un accordo che possa soddisfare tutti.

Questo scontro ideologico-sociale non può che ripercuotersi in campo, dove le due squadre negli anni hanno dato vita a scontri memorabili non privi di tensione( indimenticabile il derby in cui Figo fece ritorno al Camp Nou nel 2000). Un caso in specifico viene alla mente pensando agli attuali tecnici delle due squadre: Siamo nel 2003, le due squadre si trovano sull’1-1, Zidane si libera con una gomitata di Puyol( capitano storico dei Blaugrana) e Luis Enrique si fionda contro il francese in difesa del compagno, per tutta risposta, Zinedine allontana l’avversario con una  manata in faccia scatenando un enorme rissa:

Ma Barcellona-Real Madrid è anche e sopratutto calcio spettacolo, le due squadre, ormai da ventanni, ospitano i più grandi campioni al mondo, anche se ultimamente il confronto vede favorito il Barcellona che in più di un occasione ha rifilano sonore sconfitte ai Blancos. I motivi per non perdersi lo sconto, dunque, sono molteplici per tutti gli appassionati di calcio l’appuntamento è il 2 aprile alle 20:30.

Fabio Scapellato