Pasticca misteriosa uccide una quindicenne inglese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:50
Pasticca killer uccide una studentessa inglese
Pasticca kiler ccide una studentessa inglese

Credeva che fosse una pasticca di ecstasy, e invece il mix di sostanze che ha ingerito si è rivelato letale, spegnendo la sua vita a soli 15 anni. E’ la terribile notizia riportata dalle colonne del Sun e che ha visto protagonista Dione Melville, studentessa quindicenne britannica trovata priva di sensi in casa di un’amica. Nonostante il ricovero immediato al St. John’s Hospital di Livingston, per la ragazzina non c’è stato nulla da fare e al suo arrivo al pronto soccorso i medici hanno potuto solo constatarne il decesso.

Indagato un quindicenne per la pasticca killer

Da quanto si apprende dall’articolo del Sun, la polizia britannica di Scotland Yard avrebbe fermato un sospetto; un coeteno di Dione accusato di aver fornito alla ragazza e alle sue amiche la pasticca incriminata. Secondo gli inquirenti, il ragazzo sarebbe già stato coinvolto in casi di spaccio di stupefacenti fra coetanei nell’area di East Calder e resta, per il momento, il sospettato principale.

Secondo una prima ricostruzione, Dione e le sue amiche avrebbero assunto la pasticca incriminata scambiandola per ecstasy;  al suo interno invece sarebbe stato contenuto un mix di sostanze illegali letali. Anche le altre due ragazze che si trovavano con Dione al momento dell’incidente avevano assunto le stesse pasticche e sono state ricoverate in osservazione. Secondo la polizia “è una fortuna che non siano morte anche loro, perché non c’è modo di capire che sostanze siano contenute in questo genere di pasticche.”

Fonti interne a Scotland Yard aggiungono inoltre che gli spacciatori mischiano ogni genere di porcheria in queste pastiglie e poi le rivendono come droghe d’uso comune. In realtà la maggior parte della gente che fa uso di queste sostanze non ha la più pallida idea di che cosa stia realmente assumendo.”

Lo sgomento dei genitori e dei compagni

Nel frattempo, le ultime ore hanno visto un proliferare di messaggi di cordoglio, stupore e rabbia impotente sui social network e sul profilo Facebook della ragazza morta.

Compagni e insegnanti della West Highland School, che Dione frequentava, i si sono uniti nel suo ricordo; secondo la vicepreside Lisa Grubb, “Dione era una ragazza molto popolare […], una giovane donna ambiziosa che sognava di fare la parrucchiera e trovare lavoro nel campo dell’estetica e del benessere. […] L’intera comunità scolastica si unisce con il pensiero alla famiglia e agli amici di Dione in questo momento incredibilmente tragico.”

Cristina Pezzica

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!