Come chiudi il pugno? Ecco qual è la tua personalità…

come chiudi il pugnoLa nostra gestualità, i movimenti del nostro corpo o le espressioni sono elementi rivelatori della nostra personalità. E’ cioè possibile avere una panoramica del carattere di una persona semplicemente osservandola e cogliendo, attraverso il suo corpo, dettagli caratteriali legati al modo di essere e di comportarsi. Le mani rappresentano in tal senso una parte del corpo di fondamentale importanza nell’ottica del ‘raccontare un carattere’ e osservando i loro movimenti è possibile capire se una persona è timida o ‘sfacciata’, egoista o buona. Molti psicologi dunque hanno lavorato a lungo sull’associazione mani-carattere studiando il linguaggio del corpo e cercando di descrivere attraverso di esso le sfumature caratteriali: tornando alle mani, il modo con il quale si fa il pugno può svelare numerosi dettagli in merito alle abitudini e al modo di rapportarsi con gli altri, oltre che alcuni ‘segreti’ legati alla vita sentimentale.

Quando si chiudono le dita lasciando il pollice perpendicolare, si ha di fronte una persona generosa e molto altruista, in cerca di persone sincere e di un senso di protezione proprio del suo carattere. Allo stesso tempo questo modo di chiudere il pugno indica una persona concreta, che capisce perfettamente chi la tratta bene e chi invece maschera l’egoismo con il buonismo. Gli altri vedono una persona ironica e sensibile, lievemente insicura ma molto altruista. Questo si traduce, in amore, in alcune difficoltà nell’esprimere i sentimenti, pur essendo con il partner molto dolce e generoso, oltre che una persona poco propensa ad arrabbiarsi.

Se invece le dita vengono serrate con il pollice al di sopra, la persona che lo fa è molto sensibile ma anche preoccupata di essere ferita dagli altri. Si tratta di una persona in cerca di un amico o di un partner in grado di capirlo davvero a livello interiore. In questa persona gli altri vedono un animo creativo e ricco di idee, sicura di sè e vulcanica. In amore accanto ad un romanticismo senza uguali, questa persona è anche molto nostalgica e troppo spesso tende a ‘perdersi’ nei ricordi piuttosto che a vivere il presente; allo stesso tempo è molto rispettosa nei confronti del partner e dei suoi spazi.

Infine, se il pollice viene stretto all’interno delle dita, si ha di fronte una persona sensibile e particolarmente tenera, che non ama far soffrire il prossimo; un sognatore ad occhi aperti in cerca di una persona che voglia condividere i suoi sogni. Chi chiude il pugno in questo modo è anche attento e pratico, oltre che molto determinato nel raggiungere i suoi obiettivi. Lato sentimentale: è in cerca di una vita di coppia tranquilla e basata sulla sincerità, dunque sempre pronto a perdonare il proprio partner.

Daniele Orlandi