Esperimento sociale in Cina: bambino rapito in città

Circola in rete nelle ultime ore un video diffuso da un utente cinese che si fa chiamare Dapeng Prank. In questo video viene messo in pratica un esperimento sociale molto duro, difficile da digerire. Si tratta della simulazione di un rapimento ai danni di un bambino. Quella della sparizione dei bambini, infatti, è una piaga che sta mettendo a dura prova le autorità cinesi. Stando al Dipartimento degli Stati Uniti ogni anno, in Cina, sono rapiti all’incirca 1000 bambini, cioè 400 a settimana, anche se fonti della Bbc rialzano la cifra sino a 200.000 unità.

Bambini molto spesso rivenduti, anche online, per un prezzo che può arrivare sino a 10-11.000 dollari per i neonati.

Nel video in questione si vede un uomo, col volto coperto da una mascherina, prendere in braccio un ragazzo dopo avergli messo un fazzoletto bagnato col cloroformio in faccia, Tutto ciò in pieno giorno, sotto gli occhi talvolta perplessi, talvolta grottescamente divertiti, dei passanti. Nessuno, però, ha l’ardire di intervenire. Solo l’1% dei bambini scomparsi, è bene ricordarlo, viene ritrovato e ricondotto nella sua famiglia.

A seguire il video in questione:

Giuseppe Caretta