Conte dovrà aspettare Maggio per la sentenza

conte (1)Oggi a Cremona ha avuto inizio il processo su ‘Calcio scommesse’ che vede coinvolto il ct della nazionale Antonio Conte. Dopo che gli avvocati del ct hanno perorato la causa del loro assistito, il Gup ha fissato la data dell’appello per il 22 Aprile, solo dopo l’udienza d’appello, questo entrerà in camera di consiglio e depositerà la sentenza che verrà resa pubblica probabilmente entro il 10 maggio( una delle date fissate per le successive udienze per coloro che procederanno a rito ordinario): gli avvocati di Conte hanno chiesto al giudice Belluzzi il rito abbreviato, quindi, dopo l’udienza preliminare di oggi e l’udienza d’appello non ci saranno ulteriori tappe per conoscere il futuro del commissario tecnico, che così potrà svolgere il suo compito con serenità in vista dell’europeo francese( sempre ammesso che non venga giudicato colpevole, in questo caso probabilmente gli avvocati ricorreranno al patteggiamento).

Durante l’udienza preliminare, il Pm Di Martino ha esposto i capi d’accusa e le prove a carico dell’allenatore della nazionale Antonio Conte, dopo l’arringa iniziale del pm i due avvocati di Conte, Cammarata e Arata, hanno risposto alle accuse ed hanno chiesto il rito abbreviato, nel frattempo il Gup Belluzzi ha reso noto il calendario delle date in cui gli avvocati degli imputati che non hanno richiesto il rito abbreviato potranno presentare le prove che serviranno a scagionare i propri assistiti. Il 22 aprile ci sarà spazio per le eventuali repliche in sede d’appello, dopo di che Belluzzi entrerà in camera di consiglio per esaminare le prove, preparare il dispositivo dei rinvii a giudizio e le sentenze per i riti abbreviati, oltre alle tempistiche per i patteggiamenti. Per tutti coloro che hanno fatto richiesta di rito abbreviato le successive date d’appello( 8-9-10 maggio) non saranno necessarie e con tutta probabilità in quei giorni potranno conoscere i dettagli della sentenza.

Fabio Scapellato