Referendum 17 aprile, presidente della Consulta Grossi: “Si deve votare”

E’ netta e senza indugi la posizione del presidente della Corte Costituzionale, Paolo Grossi, in merito al referendum
del 17 aprile. Intervenendo infatti nella conferenza stampa seguita alla relazione annuale, il presidente Grossi ha ribattuto con queste parole alle domande dei giornalisti: “Si deve votare: ogni cittadino è libero di farlo nel modo in cui ritiene giusto, ma creddownload (23)o si debba partecipare al voto. Significa essere pienamente cittadini, fa parte della carta d’identità del buon cittadino”.

Parole che stridono con quelle del premier Matteo Renzi che, proprio nei giorni scorsi, aveva patteggiato apertamente per l’astensionismo. Resta invece ancora incerto sul da farsi il ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti. “Io sono convinto della strumentalità di questo referendum- ha detto a margine dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’accademia nazionale di Agricoltura a Bologna- il referendum è su un argomento molto limitato. Tocca solo le piattaforme che sono già in funzione entro le 12 miglia (quindi una piccolissima parte di quelle operanti in Italia) e tende a regolare la durata di queste. E’ chiaro che si vuole fare una battaglia politica di un altro tipo.”

Tuttavia il partito di governo continua a mostrarsi spaccato ed affatto coeso. Anche Davide Zoggia, della sinistra Pd, ha preso parola criticando la posizione del ministro dell’Ambiente: “Le dichiarazioni del ministro Galletti sula sua scelta di partecipazione o meno al referendum sono a dir poco opinabili.”

Giuseppe Caretta