19 Aprile 2016: si festeggia Sant’Emma di Sassonia

downloadIl 19 Aprile la Chiesa Cattolica celebra la memoria liturgica di Sant’Emma di Sassonia.

Vissuta in Germania agli inizi dell’anno mille, di lei si sa che fu la sorella di San Meginverco, vescovo di Paderborn, e che in giovanissima età aveva sposato il conte Ludgero di Sassonia, scomparso pochi anni dopo il matrimonio.

Bella, ricca, ancora giovane e molto corteggiata, Emma non pensò mai di risposarsi, al contrario rinunciò al mondo ed elesse la sua vedovanza come condizione prediletta per assurgere alla perfezione spirituale.

Cosicché restò vedova per quarant’anni e non ebbe mai figli; amministrando abilmente il suo vasto patrimonio, investì molti dei suoi beni materiali in opere caritatevoli, distribuì le sue ricchezze ai poveri e agli istituti benefici, fece costruire una chiesa intitolata alla Vergine Maria e visse misericordiosamente, dedicandosi ai poveri tutta la vita.

Morì nel 1040 e divenne l’emblema della perfetta vedova cristiana, per sempre fedele allo sposo scomparso e votata al Signore.

La reliquia della mano della santa, rimasta completamente intatta, si trova nel monastero di Werden dedicato a San Ludgero, il resto delle sue spoglie mortali nella cattedrale di Brema.

Michela De Minico