Psg: Sirigu viene osannato dalla stampa francese

siriguUna stagione di sofferenza potrebbe trasformarsi in trionfale per l’ex palermitano Salvatore Sirigu che dopo le ultime tre partite di Ligue 1 ha riguadagnato gli onori della cronaca prendendosi una rivincita sui suoi detrattori (Blanc in primis). Lo scorso anno i media francesi lo accusavano di essere la principale causa del fallimento della squadra transalpina in Champions League, così, la società francese, in estate, gli ha affiancato il giovane portiere tedesco Trapp; passata qualche partita di questa stagione, Blanc, lo ha prima alternato con il tedesco ed infine lo ha definitivamente sostituito. Dopo aver perso il posto da titolare, il nostro Sirigu si è dovuto pure sorbire gli insulti del compagno di squadra Aurier (il terzino francese è stato sospeso ma a differenza di Sirigu è stato poi reintegrato tra i titolari) che qualche mese fa lo aveva definito “bollito”, tutto, insomma, faceva presupporre che l’estremo difensore nel giro della nazionale avrebbe cambiato aria a fine stagione.

Nelle ultime settimane, però, qualcosa è cambiato, i parigini erano sicuri di arrivare fino in fondo in Champions, ma i loro sogni di gloria si sono nuovamente infranti, questa volta per mano del Manchester City, ponendo Sirigu sotto un altra luce: le cattive prestazioni del portiere tedesco lo hanno messo al centro delle polemiche, a Parigi si sono resi conto che la causa per l’eliminazione dell’anno precedente potrebbe essere altrove, e Laurant Blanc, nelle ultime tre giornate di Ligue 1,  lo ha sostituito con Sirigu che, nonostante un anno di inattività, si è fatto trovare pronto sfoderando delle prestazioni eccezionali. Adesso, nonostante le ottime statistiche che  accompagnano la stagione di Trapp, i giornali francesi lo scaricano elogiando il carattere e la classe del portiere nostrano e criticando la sua mancanza di personalità. Le grandi prestazioni probabilmente non serviranno a Sirigu per farsi rinnovare il contratto dal PSG ( in scadenza nel 2018) che ha deciso di puntare forte sul giovanissimo Areola quest’anno in prestito al Villareal e reduce da una splendida stagione,  ma serve comunque a dimostrare a se stesso ed agli altri di essere ancora in grado di giocare in una grande squadra.

Fabio Scapellato