Borussia: i tifosi sono infuriati per l’abbandono di Hummels

hummelsUn’altra bandiera viene ammainata, l’ultimo simbolo di fedeltà alla maglia del Borussia Dortmund viene divelto dalla potenza economica e dal prestigio del Bayern Monaco. Un copione già visto negli anni passati prima con il passaggio del gioiellino e match winner della finale mondiale, Mario Goetze, e poi, un anno dopo, con il passaggio del fuoriclasse polacco Lewandowski, questa volta, però, i residenti del Westfalen Stadium non si sono limitati a piangere la perdita del loro capitano ma hanno cercato in tutti i modi di trattenerlo, ed ora che il suo addio è certo, si sentono traditi, sconvolti e sfiduciati: qualche settimana fa, quando è comparso il primo rumor dell’abbandono di Mats Hummels, una delegazione di tifosi aveva lanciato una petizione al fine di convincere il difensore a non passare  agli odiati rivali, un membro della dirigenza gli ha perfino scritto una lettera aperta, ma tutto è stato inutile.

Ma perché, a differenza di quanto successo con Goetze e Lewandowski, i tifosi del Borussia vivono l’imminente passaggio ai bavaresi di Hummels come un tradimento? Negli anni passati il capitano dei giallo neri si era schierato contro i compagni che abbandonavano il Borussia tacciandoli di tradimento alla causa, di lasciare un club che aveva un progetto serio, un progetto che li avrebbe portati ad una crescita professionale esponenziale, queste le sue dichiarazioni al tempo del passaggio di Goetze nel 2013: “Non ha senso cambiare squadra. Questo club sta crescendo e dal punto di vista sportivo non c’era bisogno di andarsene…”. Negli anni successivi le voci dell’interessamento del club bavarese si facevano via via più ricorrenti ma il difensore bavarese aveva sempre smentito seccamente un suo interesse ad un trasferimento al Bayern.

Quindi è lecito chiedersi cosa sia successo nel corso degli anni per fare cambiare idea ad Hummels: Mats è nativo di Monaco, tutta la sua famiglia vive li e persino la sua compagna Cathy ( che tra le altre cose è la Miss Bayern ufficiale) è originaria di una paese alle porte di Monaco di Baviera, sembra, inoltre, che i due vogliano mettere su famiglia e questo potrebbe averlo convinto ad avvicinarsi nuovamente verso casa. Si tratterebbe, quindi, di ragioni private e non professionali ma i tifosi temono che il suo abbandono porti con se degli strascichi, che la squadra perda di competitività ma sopratutto di appeal nel futuro, lasciando, così, spazio al dominio tirannico del Bayern Monaco che cannibalizza la Bundesliga ormai da troppo tempo.

Fabio Scapellato