Greenpeace: gli USA vogliono colpire le tutele europee sull’ambiente

I Ttip, cioè i negoziati sul “trattato di libero scambio” fra USA e Unione Europea, vanno a rilento e la causa sarebbero differenze inconciliabili fra le parti in gioco. Gli Stati Uniti d’America, dal canto loro, continuano a fare pressioni sull’Unione Europea perché abbassi le tutele in tema ambiente e salute. Questa è la pesante greenpeacedenuncia fatta da Greenpeace: gli USA premono per diminuire le tutele ambientali e della salute.

Greenpeace sostiene che le sue affermazioni sono giustificate da informazioni riservate e documenti delle quauli sarebbe venuta in possesso.
“Questi documenti” sostiene Jorgo Riss, direttore UE di Greenpeace “ci consentono uno sguardo senza precedenti sull’ampiezza delle richieste americane”. Richieste che “vogliono che l’UE abbassi o aggiri le sue tutele”. “La posizione europea è brutta, ma quella americana è terribile” sostiene l’ecologista.

Il Ttip, o Transatlantic Trade and Investemnt Agreement, è un patto fra UE e USA nato come trattato di libero scambio fra i continenti. Eppure anche i media tedeschi denunciano pressioni enormi da parte degli Stati Uniti d’America, specie il quotidiano tedesco Sueddeutsche. Gli americani “attaccano i principi di fondo di precauzione della tutela del consumatore europeo” ha sostenuto il giornale teutonico. I documenti mettono anche in evidenza la tattica utilizzata dagli USA, che si ostinerebbero a mantenere segrete le proprie posizioni per garantirsi uno “spazio di manovra tattico”.