Brasile, Whatsapp bloccato per 72 ore

Dalle ore 14 di ieri, lunedì 2 maggio 2016, e per le 72 ore che seguono, i brasiliani non potranno utilizzare Whatsapp. Il motivo è presto detto: la decisione è stata presa da un giudice locale. Il servizio di messaggi più usato ed amato di tutto il mondo quindi verrà temporaneamente bloccato in Brasile.

wpA chiedere la sospensione del servizio è stato lo stesso giudice che aveva chiesto l’arresto del rappresentante di Facebook per l’America Latina, vale a dire Marcel Montalvão. Ricordiamo che l’arresto era stato richiesto causa la mancanza di volontà da parte di Facebook della fornitura dei dati di determinati clienti di Whatsapp e intralciando le indagini in questo modo.

Questa posizione così rigida, che non aiuta le indagini della polizia, non è piaciuta neppure un po’ alla magistratura brasiliana che adesso prova a mettere i bastoni fra le ruote a Whatsapp. La non volontà di scambiare informazioni sugli utenti ha portato alla reiterazione del blocco della comunicazione. Il colosso USA rimarrà quindi fuori uso per 72 ore in Brasile, tutte le compagnie telefoniche sono state obbligate a rispettare questa richiesta pena una multa salata, di 120mila euro per ogni giorno di violazione. Il blocco è iniziato alle 19, ora italiana, e terminerà giovedì.