Trionfo Trump: parte la rivolta contro il magnate. Partito in crisi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:23

Dopo l’ennesima vittoria elettorale in Indiana, Donald Trump è ufficialmente il candidato repubblicano alle elezioni presidenziali del prossimo novembre. Il suo avversario Ted Cruz ha infatti gettato la spugna ed ha annunciato il ritiro dalla rtx2cd82competizione.

Troppo forte, il magnate newyorkese; troppo vulcanica, la sua ascesa politica. Adesso, all’interno del partito, si apre una delle fasi più delicate della sua storia recente, stretto nella contraddizione di ritrovarsi come delegato un rappresentante che lo stesso establishment non gradisce ma di volersi comunque portare a casa un risultato elettorale. Il rischio, neppure tanto velato, è che si crei una profondissima spaccatura nella Convention di luglio e che, parte dell’elettorato e della classe politica repubblicana decida, pur di non appoggiare il tycoon, di astenersi dalle elezioni. Come ha espresso ieri sera Henry Olsen, analista del think thank conservatore Ethichs and Public policy center parlando sulle televisioni americane: “Stiamo assistendo al suicidio di un partito politico con 160 anni di storia alle spalle.” E guardando alle immediate reazioni dopo l’ennesimo trionfo in Indiana, c’è da averne ben donde.

Alcuni hastag hanno infatti iniziato a circolare sulla rete: #NeverTrump è uno dei più gettonati, ma c’è di più. Indispettito dall’ascesa di questo inatteso candidato, parte dell’elettorato repubblicano, religioso, moralista, certamente sensibile ad un certo qual vigore etico che non è affatto rappresentato da Donald Trump, sta pensando di passare al voto di protesta ed appoggiare direttamente Hillary Clinton nella corsa alle presidenziali, in una rivincita quantomeno di genere che tolga una parte di protervia machista al miliardario del Queens. Perciò #democrat, #Imademocrat, #todayimademocrat ed affini hanno iniziato a circolare con sempre maggior vigore. Con buona pace di Donald Trump ma, soprattutto, con viva soddisfazione di Hillary Clinton.

Giuseppe Caretta

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!