Brennero, corteo anarchico contro le barriere: si teme la guerriglia

Sarà una lunga giornata di tensione, quella che si attende oggi a Brennero, dove è in programma una manifestazione convocata dalla frangia anarchica che segue con partecipazione le proteste dei “No borders”, il movimento di Migranti: tafferugli al Brennero con polizia austriacaprotesta contro le barriere anti-immigrati che l’Austria ha ventilato di costruire proprio nello storico valico che la congiunge col nostro Paese.

E li, davanti alla stazione di Brennero, è atteso il concentramento della gran parte dei manifestanti che potrebbero arrivare, oltre che da buona parte d’Italia, anche da Grecia, Germania ed Austria. Quello dei migranti è un tema da sempre caro agli anarchici, che nella distruzione delle frontiere e nella libera circolazione degli uomini vedono uno dei capisaldi della loro “dottrina” politica. E che sia una chiamata all’adunata degli intransigenti dell’ala extraparlamentare lo si capisce anche dall’assenza totale di partiti politici alla giornata odierna, oltre che dal rifiuto categorico di ogni tipo di contatto con la questura di Bolzano e con i mass media.

Alle 11,30 è previsto un primo meeting point presso piazza Dante a Trento, dove convoglieranno presumibilmente i militanti locali di Trento, Bolzano e Rovereto. In gruppo poi, gli anarchici dovrebbero spostarsi fino alla stazione ferroviaria di Brennero, dove per le 14,30 è previsto il concentramento. Nessuno, fanno sapere dalla questura, sarà autorizzato a superare la linea ipotetica dei 150 metri oltre la rotonda che segna lo storico valico di confine, ma il rischio di incidenti, a questo punto, sembra essere più di una semplice possibilità.

Giuseppe Caretta