Arresti a Foggia, dipendenti del Comune timbravano a turno per gli assenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:54

Timbravano i badge fino a dieci per volta, ma da parte di un solo dipendente; sembravano tutti presenti, in realtà ognuno restava a casa a fare quello che gli sembrava più congegnale. Sono stati scoperti i furbetti del badge a Foggia, comune nel quale alcuni dipendenti comunali si assentavano a piacimento dal lavoro. Ancora una volta il preoccupante fenomeno dell’assenteismo torna a bussare alle porte di Comuni.

Il trucco è stato svelato dai carabinieri del Comando Provinciale di Foggia, che hanno eseguito una custodia cautelare nei confronti di 20 dipendenti, 13 dei quali sono agli arresti domiciliari, sette sospesi dall’esercizio.

I reati che gli sono contestati sono di truffa ai danni dello Stato. Anche un dirigente del comune di Foggia è stato arrestato. Le misure sono emesse dal Giudice delle indagini preliminari del tribunale di Foggia, al termine di un’indagine che si è svolta a partire dal 2015 e pensata appositamente per limitare l’assenteismo nella provincia di badgeFoggia.

Secondo l’inchiesta, gli indagati, a turno, timbravano i badge dei loro colleghi, anche una decina per volta.
Non è la prima volta che avviene uno scandalo a causa dell’assenteismo dei dipendenti comunali; si ricordi, uno per tutti, il caso di sanremo quando la Guardia di Finanza ha scoperto 195 “furbetti del cartellino”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!