Mense scolastiche, la Lorenzin fa partire l’indagine dei NAS

Verifiche a campione nelle mense delle scuole dopo le segnalazioni dei genitori.
La Lorenzin ha inviato i NAS in alcune delle scuole a livello nazionale per verificare qualità e quantità dell’alimentazione degli scolari italiani, dopo diverse segnalazioni e lamentele da parte dei genitori che sostenevano che la qualità del cibo non fosse sufficiente.

mensaL’alimentazione nelle scuole è importantissima, ho mandato i NAS per fare controlli a campione nelle scuole italiane” ha detto Beatrice Lorenzin durante l’assemblea di Federalimentare, a Cibus.
Il Ministro della Salute ha sostenuto che verranno condotti dei test ogni tre mesi per controllare la situazione, come già fatto anche in residenze per anziani e disabili.

La Lorenzin non ha detto se i NAS controlleranno sia le scuole pubbliche che quelle private o solo quelle pubbliche, ma ha rivelato che i controlli riguarderanno sia la qualità del cibo che la scelta della tipologia di cibi, che la quantità a seconda dell’età dei bambini. In Italia, secondo le stime, almeno il 50% dei bambini con meno di 14 anni utilizza il servizio mensa, ed ogni anno vengono consumato almeno 380 milioni di pasti, che valgono quasi 1,3 miliardi di euro.
Una delle contestazioni più grandi fatte dai genitori riguardava le quantità troppo scarse di cibo, o anche troppo abbondanti (ma in genere il contrario).