Monaco, uomo accoltella passanti: un morto e tre feriti

E’ di una donna uccisa e di tre feriti in gravi condizioni il bilancio dell’aggressione compiuta stamane nella stazione ferroviaria di Grafing, cittadina a sud-est di Monaco di Baviera. Un uomo di 27 anni,  Rafik Youssef, si è infatti scagliato contro i passeggeri brandendo un coltello ed urlando Allah akbar. Dopo aver colpito ha immediatamente monaco-300x300tentato la fuga ma è stato arrestato dagli uomini delle forze dell’ordine. Chiusa la linea della metropolitana e traffico deviato, mentre dalla procura di Monaco si fa largo l’ipotesi che la matrice di questa aggressione possa essere di natura prettamente religiosa.

In questo caso si tratterebbe della prima vittima tedesca di un attentato islamista, anche se la Germania è ormai alle prese con aggressioni di questo genere già da qualche mese quando, lo scorso marzo, un’adolescente di origini marocchine aggredì un agente nella stazione di Hannover. A settembre, invece, Berlino fu teatro di una sparatoria fra un uomo di 41 anni, iracheno, in libertà condizionata dopo un periodo in carcere per affiliazione a cellule terroristiche, e le forze dell’ordine. Nel conflitto a fuoco il presunto terrorista rimase ucciso.

Ma non è solo la matrice religiosa a far crescere la tensione nel paese. Sempre più numerosi e ben organizzati appaiono infatti le organizzazioni di estrema destra, xenofobe e neonaziste. Il 13 gennaio la procura federale ha accusato una donna e tre uomini di far parte di un’organizzazione politica atta a pianificare attentati contro moschee e centri di accoglienza.

Giuseppe Caretta