Mondadori compra Banzai e diventa il primo editore digitale d’Italia

L’editoria digitale segna dei passi interessanti, nelle ultime ore. Il gruppo della Mondadori ha ufficialmente sostenuto l’esistenza di un accordo per acquistare i siti di Banzai, che notoriamente ha numerose proprietà nel web. Così facendo, Mondadori diventerebbe il primo editore digitale d’Italia.

L’operazione, come si legge nel comunicato, attribuisce a Banzai Media Holding un valore di 45 milioni di euro, dei quali 41 fissi ed un earn-out pari a 4 milioni di euro. Mondadori dovrà quindi sborsare almeno 24,6 mondadorimilioni di euro. Gli utenti unici di Banzai sono veramente numerosi, una stima li attesta attorno a 8,9 milioni, attivi in diversi siti che ormai sono noti nel panorama del web nazionale.

L’accordo fra Banzai e Mondadori si struttura attorno a questi termini: Banzai avrà la disponibilità di spazi pubblicitari nei siti per tre anni (con un vantaggio economico che si attesta sui sette milioni di euro), mentre Mondadori diventerà un’autorità incontrastata in numerosi settori del web con la possibilità di integrarli.

L’AD di Mondadori, Ernesto Mauri, ha parlato di “Un altro importante traguardo nel piano di sviluppo di Mondadori (…) che ci consolida nella posizione di primo gruppo editoriale italiano”. E ancora: “L’acquisizione di Banzai Media Holding ci permette di accelerare il processo di trasformazione del nostro Gruppo”.