Abuso d’ufficio, indagato il sindaco Pizzarotti (M5S)

pizzarotti
14/06/2012, Parma, Insediamento del nuovo sindaco Federico Pizzarotti

Altra grana per il Movimento 5 Stelle. Dopo l’avviso di garanzia al sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, per la vicenda giudiziaria legata al concordato per la municipalizzata della raccolta dei rifiuti, ecco un altro caso che turba i grillini.

Sono infatti indagati per abuso d’ufficio il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, e l’assessora alla Cultura Laura Ferraris. Motivo dell’indagine la nomina di Anna Maria Meo a direttore generale del Teatro Regio e di Barbara Minghetti consulente per lo sviluppo e i progetti speciali.

Iscritti nel registro degli indagati anche altri tre membri del consiglio di amministrazione della Fondazione Teatro Regio all’epoca della nomina, nel gennaio 2015: si tratta di Giuseppe Albenzio, Silvio Grimaldeschi e Marco Alberto Valenti, tutti e tre indagati per lo stesso reato imputato al sindaco Pizzarotti e all’assessora Ferraris.

La procura di Parma aveva aperto un fascicolo penale lo scorso autunno dopo gli esposti del senatore Pagliari (PD). Per Pizzarotti, che esterna tranquillità, l’indagine è “un atto dovuto, che servirà a fare piena luce sulla vicenda”.

Dal PD pioggia di critiche alla presunta “superiorità morale” dei pentastellati. Il senatore del PD Stefano Esposito commenta ironicamente: “Prima Quarto, poi Livorno, ora Parma. Noi siamo sempre garantisti, voi cari grillini? Che fate? Espellete, fate finta di niente, ve ne state zitti? Restiamo in attesa di sapere se Di Battista e Di Maio oggi sono in versione garantista o no…”

Polemiche anche da destra. “Per fortuna i grillini hanno pochi sindaci, perchè stanno realizzando una percentuale di indagati che tende al 100 per 100“, ha detto il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri.