Il Manchester City rischia il blocco del mercato per un anno

Leicester-City-v-Manchester-City-FA-Youth-wncFwzGsbXIlLa FIFA ha deciso di dare un taglio netto agli acquisti  irregolari di minorenni da parte dei grandi club d’Europa, dopo la sanzione esemplare subita dal Barcellona, la federazione internazionale ha pizzicato il Real Madrid e l’Atletico Madrid lo scorso gennaio(il processo a carico delle due finaliste di Champions League è ancora aperto) ed adesso sta indagando anche sul Manchester City che, proprio in questi giorni, si vedrà costretto a dover giustificare un presunto acquisto illecito.

La presunta violazione del club più ricco della Premier League sarebbe legata ad un acquisto avvenuto nel giugno 2014 quando il club di Manchester ha tesserato la stellina del calcio maltese Myles Beerman all’età di 15 anni (entro i termini previsti dalla FIFA), la commissione disciplinare, però, sospetta che la giovane promessa si sia trasferita in Inghilterra due stagioni prima: il trasferimento in Inghilterra non sarebbe motivato in alcun modo, questo, ha insospettito la federazione che, in questi giorni, ha fatto richiesta ufficiale sia alla Federazione Calcistica Maltese che al Floriana FC ( settore giovanile dov’è cresciuto Beerman) di presentare tutta la documentazione attinente alle presenze del giovane calciatore negli anni sotto inchiesta, ovvero dal 2012 al 2014.

Se la commissione disciplinare della FIFA non dovesse ritenere sufficienti le documentazioni fornitegli, potrebbe decidere di multare sia le società coinvolte nel trasferimento illecito che la federazione maltese, inoltre, per il City, che in caso di conferma di illecito del trasferimento avrebbe violato l’articolo 19 della FIFA sul trasferimento dei calciatori minorenni, ci sarebbe una sanzione simile a quella comminata al Barcellona un paio di anni fa con il blocco totale del mercato in entrata per un anno (due sessioni di mercato) a partire da luglio. La sanzione sarebbe un duro colpo per le mire del club inglese: il City, infatti, ha già fatto un contratto triennale a Pep Guardiola ed ha in mente una rivoluzione dell’organico per permettere al catalano di impostare il gioco che predilige, se il blocco venisse confermato, i progetti  di rinnovo andrebbero posticipati di un anno.

Fabio Scapellato