Israele, Netanyahu: l’Iran prepara un nuovo olocausto

Le vignette nella mostra che è stata presentata ieri nella capitale dell’Iran, che rappresenterebbe “la politica israeliana”, secondo Netanyahu, premier israeliano, sarebbero una negazione ed una ridicolizzazione della Shoah in atto per “preparare una nuova Shoah”. La mostra internazionale ospita almeno 150 vignette che, secondo gli organizzatori, rappresenterebbero “l’ipocrisia dell’Occidente”, ma che molti hanno trovato offensive nei confronti della storia ebraica e dello stesso Olocausto.

“Caricature sulla negazione della Shoah”, secondo il premier israeliano, “Occorre comprendere che il nostro problema con l’Iran non è solo la sua politica di destabilizzazione e aggressione regionale, ma anche una questione di valori: quel Pese nega la Shoah, ridicolizza la Shoah e prepara una nuova Shoah”. Il premier israeliano non ha preso netanyahuaffatto bene, come molti altri, questa mostra che contiene anche vignette assai pesanti, come quella di Israele, con la scritta “Olocausto”, che schiaccia la popolazione palestinese.

Non solo: ve ne sono altre che mostrano Netanyahu come un terrorista, addirittura come affiliato all’ISIS. Il Ministero degli Esteri della capitale irianiana ha però fatto sapere che egli non sostiene questa iniziativa, che è intitolata solennemente “Seconda esposizione internazionale di caricature sull’olocausto”.
Ha fatto molto discutere questa iniziativa, sin dall’anno passato, quando è stata proposta per la prima volta.