Stati Uniti, presentatrice costretta a coprirsi dopo le lamentele dei telespettatori

chanIn California, una presentatrice meteo è stata costretta a coprire il proprio abito durante una diretta a causa dei commenti stizziti degli spettatori sui social. La bella è giovane presentatrice, Liberté Chan. era vestita con un abito da sera nero che lasciava scoperte solamente le spalle ed arrivava fin sopra le ginocchia, insomma il vestito era elegante ma non lasciava intravedere niente di sconveniente, nonostante questo, durante gli annunci del meteo, la ragazza è stata interrotta da un membro dello staff che le ha coperto le spalle con un cardigan grigio.

Non appena le hanno portato il cardigan l’annunciatrice, sorpresa dal gesto insolito, lo ha afferrato ed ha cominciato a girare per lo studio chiedendo quale fosse il motivo del soprabito: “Perché un cardigan, fa freddo? Adesso sembro una bibliotecaria“. Una voce fuoricampo le ha risposto spiegandole con fermezza: “Abbiamo ricevuto un numero ingente di e-mail con lamentele degli spettatori“. In una di queste mail ricevute dal tg ce n’è una che spiega in maniera efficace i motivi di insoddisfazione dell’audience: “Sembra come se fosse stata fuori tutta la notte e fosse venuta a lavoro con lo stesso abito, non è appropriato in un telegiornale del mattino“.

La ragazza, nonostante il visibile imbarazzo, è rimasta professionale ed ha continuato a dare le notizie sul meteo permettendo al programma di non risentire troppo dell’inconveniente. Questo non è bastato perché l’accaduto passasse inosservato agli spettatori abituali del programma, uno dei quali ha voluto esprimere il proprio disappunto nei confronti del network per la situazione, esprimendo, in questo modo, la propria solidarietà per la conduttrice sul proprio profilo Facebook: “Davvero non professionale interromperti mentre stavi svolgendo il tuo lavoro, per altro parlandoti in quel modo autoritario per dare priorità a dei commenti sessisti che hanno screditato la tua capacità di giudizio, ridicolo!“.

Non possiamo che associarci al giudizio di questo spettatore, in un mondo in cui, tra reality,  spettacoli in prima serata e pubblicità, ogni occasione è buona per mostrare un corpo nudo o semi nudo (senza contare il fatto che in anni passati le meteorine annunciavano in reggiseno o in topless e che fino a qualche mese fa un annunciatrice si è spogliata integralmente durante un programma sportivo) ed atteggiamenti ambigui, risulta quantomeno ipocrita la scelta del network e sembrano eccessivamente intransigenti i commenti degli spettatori.