Pannella ricoverato, il mondo politico in ansia

pannellaMarco Pannella ricoverato in una struttura ospedaliera “per garantirgli un ambiente adeguato alle sue attuali condizioni”. A renderlo noto è un comunicato di Radio Radicale. Si aggravano quindi le condizioni di salute del leader radicale, da tempo in lotta contro due tumori, uno al polmone e uno al fegato.

Il peggioramento degli ultimi giorni ha reso inevitabile il trasferimento in una clinica romana più attrezzata. Per garantire la massima tranquillità a Pannella non sono nemmeno previste visite. A testimoniare la difficoltà del momento c’è anche l’irreperibilità dei suoi stretti.

Non appena si è sparsa la voce del ricovero, sul web il tam-tam è stato immediato. Su Twitter l’hashtag #Pannella è diventato subito topic trend. «Sai come si lotta, non mollare!», «Tieni duro», «Forza vecchio leone», «Se ci lasci anche tu io espatrio definitivamente», «Un uomo che con le sue battaglie e la sua tenacia mi ha trasmesso la passione per la politica. Forza Marco» sono alcuni tweet tra i più condivisi. Stesso discorso su Facebook, con la pagina del leader radicale letteralmente invasa da messaggi di stima e affetto.

Dallo scorso mese di Marzo, quando si sono intensificate notizie su un aggravamento delle condizioni fisiche di Pannella, si sono moltiplicati gli allarmi ma anche le testimonianze di affetto nei suoi confronti. Tante le visite ricevute da Pannella da parte di leader politici, come Matteo Renzi e Silvio Berlusconi.

Papa Francesco gli ha inviato il suo libro “Dio è misericordia” in regalo da per l’ottantaseiesimo compleanno del capo carismatico radicale festeggiato lo scorso 2 maggio in casa con amici e militanti.