Washington, sparatoria alla Casa Bianca, ferito un uomo

Sono stati attimi di paura quelli della tarda serata d ieri alla Casa Bianca, sede del presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama. Un uomo armato si è avvicinato alla struttura ed immediatamente sono scattati i protocolli d’allarme: l’edificio è stato isolato, e le strade nei dintorni evacuate. Barack Obama non si trovava però nella Casa Bianca, bensì nel Maryland, sembra fosse intento a giocare a golf.

casa biancaIl vice presidente invece è stato portato in un luogo sicuro.
Secondo la prima ricostruzione della dinamica dell’aggressione, un uomo che brandiva una pistola si è avvicinato all’ingresso all’altezza del West Executive Drive. Molte persone, specie turisti, si trovavano nella zona in quel momento. Gli agenti della sicurezza hanno intimato all’uomo di gettare la pistola, ma lui si è rifiutato, e allora gli agenti hanno aperto il fuoco.

L’uomo adesso versa in condizioni critiche a causa di una ferita al torace dovuta al colpo sparato da un agente. L’uomo sarebbe un bianco, biondo, trentenne. Nella sua auto, trovata poco distante dal luogo della sparatoria, c’erano delle munizioni. L’allarme alla Casa Bianca è rientrato, dopo che la struttura è stata bloccata per almeno un’ora, rendendo impossibile entrare e uscire. Per gli agenti l’uomo avrebbe agito da solo.