Grecia, in arrivo misure di austerità e aumenti delle tasse

Domenica sera il Parlamento greco ha approvato un pacchetto di misure di austerità, fra le quali un controverso aumento delle tasse (almeno 1,8 miliardi di euro in arrivo dall’aumento del gettito fiscale), nuove norme per il fondo per le privatizzazioni, clausole di salvaguardia previste nel caso in cui l’obbiettivo di bilancio sia disatteso. Il voto positivo del Parlamento è arrivato, mentre domani verranno discusse le misure per ristrutturare il debito greco. La votazione in parlamento ha visto 153 voti positivi contro 300, sostegno pressoché incondizionato dal partito Syriza.

tsiprasLe misure non sono piaciute al leader di Nuova Democrazia, Kyriakos Mitsotakis, il quale ha sostenuto che il “tifone delle nuove misure” perseguita “il lavoro e la proprietà”. Le nuove misure e soprattutto l’aumento delle tasse non piacciono neppure a buona parte della popolazione greca.
Alexis Tsipras si difende dicendo che ““Quello che votiamo è completamente all’interno del programma che abbiamo concordato ad agosto con i creditori”.

Certo, ha ammesso il premier, “le misure che stiamo prendendo non sono piacevoli, soprattutto per i cittadini che hanno sopportato tanto”.
Adesso si attende solo il via libera da parte dell’Eurogruppo per la revisione, la Grecia dovrebbe ottenere un pacchetto di 5,7 miliardi di euro per ristrutturare il debito.