Iraq, l’esercito attacca Falluja per cacciare l’ISIS

L’esercito iracheno attaccherà Falluja, per liberarla dall’ISIS. Lo ha annunciato il primo ministro dell’Iraq Haider al-Abadi: ben 20mila persone e 4mila uomini delle forze di sicurezza sono pronti per l’attacco alla città. Falluja è un simbolo del potere dello Stat Islamico: è stata la prima cittadina irachena a cadere nelle mani dell’ISIS nel gennaio del 2014, e riconquistarla per l’Iraq è molto importante per cominciare una seria controffensiva nei confronti dell’ISIS. La liberazione di Falluja è molto strategica per l’Iraq.

fallujaAl-Abadi ha avvertito i cittadini di Falluja cosa fare per non rischiare di cadere sotto i colpi dell’esercito: la popolazione della città è stata invitata a fuggire dalla città, in alternativa a mettere sulla casa una bandiera bianca per segnalare la presenza di civili iracheni all’interno.

A Falluja, secondo le stime, ci sono almeno 90mila civili, fra i quali anche tanti familiari dei combattenti dello Stato Islamico. In città sempre più persone si sono unite, probabilmente contro la loro volontà, all’esercito dell’ISIS ingrossandone le file. “È arrivata l’ora zero per la liberazione di Falluja. Il momento della grande vittoria che darà all’Isis solo una scelta: fuggire” ha detto in televisione al-Abadi.
Proprio a Falluja è anche nata la prima base di Al-Qaeda in Iraq.