Omicidio Meredith, permesso premio concesso a Guede

Rudy Guede, ivoriano ed unico condannato per la morte di Meredith Kercher, la studentessa inglese massacrata a Perugia, ha ricevuto un permesso premio della durata di 36 ore. L’uomo lascerà il carcere mercoledì e giovedì. Rudy Guede si è detto molto felice di questa concessione: “Potrò di nuovo sentire il sole sulla pelle e guardare fuori dalla finestra senza sbarre davanti agli occhi.
Trentasei ore, ognuna di esse preziosissime. Ringrazio tutte le persone che mi hanno dato fiducia” ha detto l’uomo, che ha 29 anni e sta scontando la condanna a 16 anni di carcere per l’omicidio della studentessa Erasmus.

rudyIl provvedimento è stato concesso dal tribunale di Roma, dopo un ricorso fatto a causa del diniego da parte del tribunale di Viterbo. Guede sta richiedendo da diverso tempo un permesso, per mezzo del suo avvocato. Per il giudice di Viterbo, però, l’ivoriano non aveva riflettuto abbastanza su quello che aveva commesso. Allora l’uomo si è rivolto al giudice di Roma che ha accolto il suo ricorso.

Sulla vicenda, forse in maniera poco opportuna, è intervenuto anche l’ex imputato Raffaele Sollecito, il quale ha sostenuto che Ruby Guede non si è mai pentito. “Ha sempre detto menzogna” ha sostenuto lo studente, ex fidanzato dell’altra ex imputata, Amanda Knox.