Strage di Capaci, oggi è il 24esimo anniversario: operazione antimafia a Palermo

Sono passati 24 anni da quando la mafia fece saltare in aria un pezzo di autostrada fra Capaci e Palermo, uccidendo il magistrato Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, e tre agenti di scorta. Il 24esimo anniversario di una strage, quella di Capaci, che fa ancora male. Fa male ricordarla, perché decretò la morte dei “Servitori dello stato che lo stato non è riuscito a proteggere” come aveva detto una volta Falcone. Due mesi più tardi toccò al suo collega e amico di sempre, Paolo Borsellino, che era nato nel suo stesso quartiere a Palermo e che combatteva la mafia con la sua stessa determinazione.

Ma oggi non è solamente un giorno di commemorazione, nel quale si ricorda l’operato di Falcone e il sacrificio suo e simbolicamente anche di altre decine di persone. Oggi è un giorno importante anche perché a Palermo è stata falconeiniziata l‘operazione “Maqueda”: la polizia di Palermo ha eseguito dieci fermi nei confronti di persone accusate di agire con metodo mafioso nei confronti di stranieri.

Tali soggetti sarebbero stati vicini alle famiglia mafiose di Palermo. I dieci soggetti agivano armati e intimidivano i commercianti stranieri, con violenze private, estorsioni, minacce, e addirittura episodi di tentato omicidio. All’operazione “Maqueda” hanno partecipato cento uomini.
Un omaggio concreto, al di là delle parole, per l’anniversario di coloro che diedero la vita per combattere la mafia.