Camorra, 57 arresti in tutta Italia

camorraE’ stata finalmente fatta luce sulle estorsioni, avvenute tra l’altro con armi illegali, ai danni di imprenditori e ditte impegnate nella realizzazione di lavori pubblici.

I carabinieri della compagnia di Mondragone, al termine delle indagini dirette dalla Dda di Napoli, hanno inferto un durissimo colpo alla camorra nelle province di Caserta, Napoli, Latina, Varese, Pavia e Roma: un’azione che ha portato all’arresto di ben 57 persone.

I fermati sono tutti appartenenti al clan casertano dei Gagliardi-Fragnoli-Pagliuca. Le accuse nei loro confronti sono molteplici: si va dall’associazione di tipo mafioso, al concorso esterno in associazione mafiosa, all’associazione finalizzata al traffico di stupefacenti e tentato omicidio in concorso, fino alla detenzione e porto illegale di armi da fuoco, passando per estorsione e ricettazione. Una lunga serie di gravi reati. Il sodalizio criminale, inoltre, avrebbe imposto il pizzo alle aziende impegnate nei lavori pubblici: una tassa destinata per lo più a mantenere le famiglie di chi si trovava in carcere.

Grazie all’operazione compiuta dalla forze dell’ordine, è stato possibile fare un’accurata ricostruzione anche di due tentati omicidi, dove è stato accertato il ruolo delle donne del clan, mogli degli affiliati, alle quali venivano versate periodiche somme di denaro necessarie al mantenimento dei rispettivi familiari detenuti.