Home Notizie di Calcio e Calciatori

La famiglia Pozzo cede il Granada ai cinesi

CONDIVIDI

sport_focus_imagecc67ef6d2bb8bfc6cb63d88d036b72a5La famiglia Pozzo non è più proprietaria del Granada, ad annunciarlo ieri è stato il sito spagnolo ‘Ideas. es‘, l’indiscrezione poi è stata confermata dal ‘Messaggero Veneto‘: i Pozzo, proprietari dell’Udinese, avevano acquistato la società spagnola nel 2009 per salvare la società spagnola dal fallimento e l’hanno utilizzata come società satellite dove far maturare i tanti giovani scovati dalla rete dei talent scout friulani. Il primo anno, la dirigenza friulana è riuscita a salvare il club dalla retrocessione tra i dilettanti ed al secondo anno hanno portato la squadra in secunda division, un ascesa rapidissima che è culminata con l’approdo nella Liga nel 2012. Gli anni successivi sono stati anni di passione e sofferenza, anni in cui il club andaluso è riuscito a salvarsi sempre a fatica raggiungendo come massimo risultato il 15esimo posto, risultati che alla lunga hanno creato forti malumori e dubbi sull’utilità dell’investimento.

I primi segni di stanchezza si erano intravisti qualche settimana fa quando Gino Pozzo aveva dichiarato alla stampa spagnola: “Non possiamo più soffrire così !”. L’obbiettivo degli italiani era quello di trasformare il Granada in un piccolo Siviglia, ma in questi quattro anni di Liga non ci sono stati segnali incoraggianti, inoltre, le casse della società sono in perdita e da una recente perquisizione della finanza nell’ufficio del patron pozzo a Barcellona è risultato che ci sono 12 milioni di euro non fatturati tra trasferimenti irregolari e fatture fasulle. Queste sono le motivazioni che hanno spinto i proprietari dell’Udinese a vendere la squadra andalusa per 37 milioni di euro, gli acquirenti sarebbero un gruppo di investitori cinesi facenti parte della multinazionale e colosso di marketing sportivo Deportes.

Fabio Scapellato

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram