Violenta per anni la figlia, arrestato 40enne palermitano

palermoPer anni ha subito le violenze del padre finchè non ha deciso di andare via di casa per sfuggire alle grinfie del genitore. E’ il racconto shock di una ventenne palermitana, che ha trovato il coraggio di denunciare quanto subito dal padre, un 40enne di Palermo.

L’uomo, accusato anche di maltrattamenti alla compagna, è stato arrestato dalla Polizia di Stato.

La ragazza, all’epoca dei fatti, aveva solo 12 anni. Si è convinta a denunciare il genitore per paura che la sorella più piccola – che vive ancora con i genitori – potesse subire le medesime violenze.

Sempre stando al racconto della ragazza, un altro episodio di abuso si sarebbe verificato di recente in occasione di un incontro tra padre e figlia. L’uomo, infatti, le avrebbe “mosso delle avances e, successivamente, si era reso protagonista di veri e propri atti di violenza sessuale nei suoi confronti, persino noncurante della presenza del nipotino”, come spiega il quotidiano on-line Palermomania.

La compagna del 40enne aveva già denunciato l’uomo, e per questo lei e i figli piccoli erano stati portati in una comunità protetta. Ma l’uomo aveva rintracciato l’indirizzo e li perseguitava con appostamenti e pedinamenti. Una vessazione compiuta anche ai danni della figlia maggorenne, anche quando la ragazza si trovava ricoverata in ospedale per subire un’operazione d’urgenza in seguito a un’improvvisa patologia.

In virtù di tali comportamenti, gli agenti della Squadra Mobile, diretta da Rodolfo Ruperti, hanno arrestato l’indagato, già colpito da un provvedimento disposto dal gip che aveva già emesso un’ordinanza di custodia cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati e di comunicazione con i suddetti familiari.