Ecco come imparare una lingua in un secondo (senza impararla davvero)

lingue-traduttoreRecentemente è stata presentata al pubblico un’invenzione che potrebbe cambiare per sempre il nostro modo di comunicare, annullando quasi del tutto le distanze esistenti tra i popoli del mondo. Stiamo parlando dei primi auricolari intelligenti, i Pilot Translating Earphones, capaci di tradurre simultaneamente una conversazione tra due persone che parlano due lingue differenti.

Questi auricolari utilizzano una tecnologia per dispositivi mobili (una app) in grado di riconoscere la nostra voce e di tradurla, successivamente la stessa app manda il nostro audio tradotto attraverso un sintetizzatore vocale ed invia un audio al nostro interlocutore nella sua lingua che verrà sussurrato al suo orecchio. Per il momento questi ingegnosi auricolari hanno a disposizione solo una gamma limitata di lingue, quelle romanze (Italiano e Francese…) e quelle germaniche (Tedesco, Olandese…) ma ben presto verranno implementate anche le lingue di origine slava e quelle semitiche che saranno scaricabili con un aggiornamento della app che ne permette il funzionamento. Il design di questa innovativa idea è pensato per i viaggiatori, gli auricolari sono ergonomici e privi di cavi, ma anche la sua funzionalità è pensata per i voli ed i viaggi dato che è possibile utilizzarlo anche senza connessione ad Internet ed in modalità aereo.

I Pilot Translating Earphone sono stati progettati da un’impresa sita a New York, Waverly Labs, la fase di progettazione ha richiesto circa due anni in cui si è dovuto risolvere principalmente il problema dell’ ergonomia (la forma è essenziale al suo successo, un oggetto scomodo non avrebbe mai avuto possibilità di diffusione) dopo diversi disegni scartati si è finalmente giunti alla forma finale ed il risultato è veramente eccezionale. Le auricolari verranno commercializzate a partire dalla primavera del 2017 e costeranno circa 300 euro, ma per chiunque fosse interessato al prodotto, già ora, può chiedere delucidazioni sulle caratteristiche e sulle funzionalità agli stessi creatori tramite la pagina web del progetto Indiegogo, oppure tramite la pagina Facebook.

Fabio Scapellato