Cagliari, ritrovato morto nella sua abitazione dopo 5 anni

scheletroRitrovato morto nella sua abitazione dopo 5 anni. E’ la macabra scoperta effettuata ieri mattina in un’abitazione di San Gavino Monreale, 8747 abitanti nel Medio Campidano, in Sardegna.

Un uomo, Marcello Putzu, 57 anni al momento del decesso, è stato ritrovato senza vita all’interno della sua dimora: a quanto pare la sua morte non sarebbe affatto recente, ma bensì risalirebbe addirittura a 5 anni fa. Incredibile come in tutto questo tempo nessuno si sia accorto della ‘sparizione’ dell’uomo, nè siano stati lanciati allarmi.

Stando alle voci, pare che l’uomo soffrisse di disturbi psichici, e pertanto i suoi contatti con l’esterno erano davvero minimi.

Un ritrovamento casuale, quello del Putzu: i vicini di casa avevano segnalato una perdita idrica proveniente proprio dall’abitazione del deceduto. Una volta effettuato l’ingresso nell’abitazione è stato possibile rinvenire il corpo dell’uomo, ormai ridotto ad uno scheletro. I carabinieri hanno trovato nel frigorifero buste di latte scadute nel 2011, oltre a scontrini e ricette con la stessa scadenza. Particolari che lascerebbero presupporre una morte avvenuta in quel periodo.

Marcello Putzu sarebbe morto per cause naturali. Il suo corpo è stato restituito ai familiari, come disposto dal pm. Grande stupore nel vicinato: nessuno pensava ad una tale fine del Putzu, ma in molti credevano si fosse trasferito altrove, probabilmente all’estero.

Nel 2007, proprio a causa dei suoi problemi psichici, i figli del Putzu furono affidati ad una comunità del Tribunale per i minorenni, insieme alla madre.