Doping, Rio 2016: Russia convoca Sharapova nonostante la squalifica

Ci sarà anche Maria Sharapova tra le atlete che la Russia convocherà per le Olimpiadi di Rio 2016. Ad annunciarlo è lo stesso presidente della Federtennis, Shamil Tarpishchev: “Intendiamo inserirla nella squadra che sarà ufficialmente annunciata il prossimo 6 giugno”, ha infatti affermato il numero uno della federazione russa, Australian Open Tennissmentendo quanto sostenuto subito dopo la sospensione per doping della bella tennista.

All’indomani dello scandalo che portò all’estromissione delle atlete russe dalle competizioni internazionali, infatti, sempre Taripshchev aveva affermato che un reinserimento della Sharapova nella lista delle papabili per le Olimpiadi del 2016 risultava poco probabile.

Ancora un colpo, dunque, alla comunità internazionale dello sport da parte del Cremlino, che attende adesso la risposta dell’agenzia internazionale di doping, quella stessa WADA che lo scorso 13 aprile aveva annunciato, per smorzare i toni, la non punibilità per quegli atleti nelle cui analisi fossero state rinvenute tracce minime (meno di un microgrammo) di meldonium. Nessuno sa, però, la quantità esatta trovata nel sangue della Sharapova che, stando ai proclami di Mosca, dovrebbe aggregarsi alla squadra composta da Daria Kasatkina, Svetlana Kuznetsova e Anastasia Pavlyuchenkova. Pronta già la sostituta in caso di impossibilità a procedere nei confronti della Sharapova. Si tratta di Ekaterina Makarova.