Messaggi che si autodistruggono?Da adesso anche su Whatsapp

whatsap-crash-664x374Whatsapp è senza ombra di dubbio la app di messaggistica istantanea più diffusa al mondo, il suo ruolo di leader nel settore non teme confronti con tutte le altre app dello stesso genere, ma perché questo ruolo rimanga intaccato anche nel prossimo futuro è necessario che si aggiorni continuamente con maggiori ed innovative funzioni che non la facciano apparire superata. Il mercato software delle app è in continua evoluzione e giorno dopo giorno nuovi competitori entrano in gioco guadagnando popolarità, uno di questi, ad esempio, è Snapchat.

La funzione che ha reso popolare questa app è l’invio di messaggi autodistruggenti, la novità è diventata subito popolare è tutti gli altri concorrenti sono corsi ai ripari inserendola nei propri software, a questa moda non si è sottratto nemmeno Facebook e nei prossimi giorni questa nuova funzione sarà disponibile anche per i milioni di utenti di Whatsapp. Per poter implementare la nuova funzione anche sulla app di messaggistica istantanea, però, sarà necessario scaricare ed installare Kaboom (un’altra app che è possibile ottenere gratuitamente sia su Android che su Ios).

Come interagiscono le due app? sarà possibile sfruttare Kaboom all’interno di Whatsapp oppure bisognerà accedere ad entrambi per cancellare i messaggi? L’utilizzo delle due app è più semplice di quanto non sembri, dopo aver dato il permesso a Kaboom di accedere alle immagini ed ai dati presenti nel telefono, basterà selezionare per quanto tempo  si desidera mostrare l’immagine o il testo tramite un icona di osservazione presente nella app. Per comodità degli utilizzatori Kaboom avrà una tastiera apposita all’interno di Whatsapp.