Ariccia, tenta il suicidio: salvata 21enne dopo lunghe trattative

Sosteneva di volersi buttare dal ponte di Ariccia, e probabilmente era in procinto di farlo. Una 21enne è salita verso le 14 sulle reti del ponte, dopo aver scavalcato il muro. Quando alcuni passanti l’hanno notata, aveva già raggiunto il punto più alto, ben 60 metri sopra il fiume. Le forze dell’ordine sono state immediatamente allertate e sono giunte sul luogo per cercare di far ragionare la ragazza.

aricciaCasualmente, in quel momento si trovava nella zona anche Rita Petrone, assistente capo, che aveva appena finito il turno. Subito l’agente si è messa a parlare con la ragazza che si trovava in bilico. Qualche istante più tardi è giunta sul luogo anche la polizia locale ed i vigili del fuoco, con qualche collega del servizio speleologico. Nel frattempo, per cercare di negoziare con la giovane, il ponte è stato chiuso al traffico e alcune ambulanze del 118 sono giunte sul luogo, portando anche materassi in caso la ragazza compisse l’estremo gesto.

La giovane ha parlato per almeno un’ora e mezza con poliziotti e vigili del fuoco finché non era chiaro che provava fiducia nei loro confronti. A questo punto due pompieri si sono calati verso di lei, e l’hanno riportata in superficie. Ancora non si sa perché la giovane avesse minacciato il suicidio: adesso è ricoverata nell’ospedale di Albano, sotto choc. Ma fortunatamente viva.

Mariagrazia Roversi