Iraq, offensiva dell’esercito per liberare Falluja dallo Stato Islamico

“Le forze irachene sono entrate a Falluja sotto copertura aerea della coalizione internazionale, delle forze aeree irachene e con il sostegno di blindati e artiglieria aerea pesante.” Con queste parole il generale iracheno Abdelwahab al-Saadi, comandante delle reu604operazioni militari, ha annunciato l’offensiva in atto nella città irachena in mano alle milizie dello Stato Islamico.

“Le unità dell’antiterrorismo, la polizia di Anbar e l’esercito iracheno, attorno alle 4 (le 3 in Italia) hanno cominciato ad entrare a Falluja in 3 direzioni”, ha poi aggiunto il generale, senza risparmiare il dettaglio che “Daesh sta opponendo resistenza.” Difficile anche la gestione umanitaria di questa ennesima battaglia campale nel paese. Le istituzioni avevano chiesto alla popolazione di lasciare la città seguendo i corridoi umanitari aperti dall’esercito o di non uscire assolutamente da casa nell’eventualità che ciò non fosse possibile.  Un momento al quale era stato anche dedicato un appello affinché le forze politiche del Paese mettessero momentaneamente da parte le loro divisioni e si stringessero attorno a questa operazione che necessita della solidarietà di tutti. Intervenendo in Parlamento, il premier Haidar al Abadi aveva annunciato la liberazione della città “in 48 ore.” Nei giorni scorsi un’altra operazione congiunta aveva portato all’uccisione di 50 presunti terroristi nelle zone sud della città chiamate Al Buhana, Al Hasi e Al Yamila.

Giuseppe Caretta