Gli USA contro il traffico di avorio, varato il bando quasi totale

Vietato vendere avorio. Così potrebbe essere sintetizzata la nuova legge made in USA, varata per regolamentare e soprattutto per restringere al massimo il perimetro della vendita dell’avorio tranne poche eccezioni.
Il governo federale ha approvato una legge che prevede il bando pressoché totale del commercio di avorio, ad eccezione di alcuni oggetti antichi, dei trofei da caccia sportiva, e per alcuni tipi di strumenti musicali. Il provvedimento mira a fermare il traffico legale dell’oro bianco e la strage degli elefanti.

Obama aveva annunciato l’intenzione di varare una legge simile nel corso del suo viaggio in Kenya, l’anno passato.
La legge non vuole tanto colpire l’esportazione e l’importazione dell’avorio, che già è vietata da anni, ma soprattutto la vendita dell’avorio all’interno del paese, ed è stata sostenuta da molte associazioni ambientaliste come la Elephant Action League.

Il fatto è che una volta che gli oggetti di avorio entrano nel Paese, distinguere quelli provenienti dal traffico lecito da quelli provenienti dal traffico illecito è impossibile, e questo ovviamente favorisce i traffici illegali.
Dall’altro lato, la legge ha anche un valore simbolico, dato che è giunta alla vigilia della Giornata Mondiale dell’ambiente dedicata soprattutto, quest’anno, alla protezione degli animali selvatici dallo sfruttamento.

Mariagrazia Roversi