Inter, il gruppo cinese Suning acquisisce il 68,55% e diventa socio di maggioranza

zhangAdesso è ufficiale: l’Inter è passata al gruppo di e-commerce cinese Suning, il colosso cinese ha acquisito il 68,55% delle quote azionarie della società relegando Sport Capital ( La società di Thohir) a gruppo di minoranza con il 31% e lasciando temporaneamente Erik Thohir nel ruolo di presidente. L’annuncio dell’acquisizione del club milanese  è stato fatto alla stampa questa mattina a Nanchino dove l’attuale presidente dell’Inter e il capocordata del gruppo Suning, Zhang Jindong, hanno simbolicamente rappresentato il passaggio di consegne del club ai cinesi.

La conferenza stampa si è aperta alle nove di mattina con un filmato celebrativo che mandava in loop le immagini dei successi dell’Inter, successivamente aiutato da un traduttore Jindong ha preso parola illustrando i piani futuri della sua Inter: “Il calcio e l’Inter rappresentano una porta per espandere Suning nel mondo. Dobbiamo riportare l’Inter al vertice del calcio mondiale”. Suning Holding Group ha intenzione di espandersi anche in occidente e crede che l’Inter ed il mondo del calcio siano lo strumento giusto per guadagnare popolarità e consensi, ma perché questo affare sia proficuo, come ha sottolineato Jindong, bisogna riportate il club nerazzuro al vertice del calcio mondiale: questo significa che i cinesi hanno intenzione di investire sul mercato per potenziare la rosa dell’Inter e portare la società a competere per i trionfi continentali ed internazionali.

Erick Thohir rimarrà in carica finché non verrà effettuata l’acquisizione totale della società da parte di Suning: l’indonesiano guiderà la fase di transizione, permettendo alla nuova società di ambientarsi nel mondo del calcio europeo e molto presto lascerà anche la quota di minoranza consegnando il 100% delle quote azionarie alla Suning. Per quanto riguarda le prime mosse di mercato i nuovi proprietari sono alla ricerca di un direttore sportivo di grande esperienza nel calcio italiano, i nomi fatti finora sono: Leonardo, Franco Baldini e Marco Fassone. Per quanto riguarda la rosa, quest’anno bisognerà fare i conti con il fair play finanziario, quindi, il mercato estivo sarà di basso profilo, ma a partire dal prossimo anno Jingdong promette investimenti corposi per riportare il club al top. Il passaggio di consegne tra Thohir e Jondong comporta anche l’uscita di scena del Presidente Onorario Massimo Moratti, l’imprenditore esce dopo 21 anni di presidenza che hanno fruttato 16 trofei in 16 anni, una figura che rimarrà indelebilmente nei cuori dei tifosi nerazzurri e nella storia di questo club.

Fabio Scapellato