Nazionale, Conte fa il punto sulla condizione dei suoi prima dell’amichevole contro la Finlandia

Conte_per_la_qualificazione_a_Euro_2016Questa sera a Verona la nazionale di Antonio Conte giocherà, contro la Finlandia, l’ultima amichevole prima dell’inizio di Euro 2016, la città ha accolto gli azzurri con entusiasmo e le tribune saranno tutte colorate d’azzurro (sono stati venduti ben 25 mila biglietti su 28 mila a disposizione). Non poteva essere che così, d’altronde, la nazionale italiana torna a giocare a Verona dopo 27 anni, l’apporto del pubblico sarà fondamentale per dare ulteriore fiducia agli azzurri. Quest’ultima amichevole sarà decisiva per valutare la condizione di alcuni giocatori arrivati a Coverciano con qualche acciacco come Thiago Motta e De Rossi e permettere loro di mettere nelle gambe qualche minuto in più per recuperare la condizione.

Conte ha dichiarato di essere contento di come si è allenata la squadra, le risposte date dai calciatori in queste ultime settimane sono state più che positive ed ha aggiunto che adesso bisogna solo consolidare i meccanismi di gioco. Il rispetto per la tattica, infatti, è fondamentale per l’idea di calcio che ha il commissario tecnico, per questo motivo l’ex allenatore della Juventus rinuncerà al turn over massiccio e schiererà quasi lo stesso undici che ha affrontato la Scozia. Il processo di crescita, assicura Conte, è stato costante e dovrà continuare perché dice: “Arriviamo a questo test dopo due settimane di lavoro, nel modo in cui dobbiamo arrivarci. Con le idee chiare e un’idea di gioco che sta diventando interessante. Le nostre fortune le faremo sui principi che stiamo acquisendo, il processo di crescita deve continuare”.

Il C.T. arriva a questo impegno fiducioso nei confronti del gruppo e del suo lavoro e a quelli che parlano di un Italia priva di grandi talenti, risponde che se tutte le nazionali che ci affrontano devono snaturare il loro stile di gioco vuol dire che questo gruppo riesce a creare delle difficoltà agli avversari. Infine Conte, parla degli aspetti che predilige in una squadra che sono passione, grinta e sacrificio, caratteristiche che rendono Zaza un modello di comportamento da seguire per tutti i compagni.

Fabio Scapellato