Terrorismo ad Euro 2016, arrestato un 25enne: pianificava “15 attentati terroristici”

Immagini dell'attentato allo Stade de FranceIl pericolo, stavolta, non veniva dal terrorismo islamico. A pianificare un attentato in Francia ci stava pensando un terrorista d’estrema destra originario della Lorena, arrestato lo scorso 21 maggio in Ucraina (ma la notizia è stata resa pubblica solo quest’oggi): aveva con sé 125 kg di tritolo e voleva colpire la Francia (e il suo governo colpevole di non aver frenato “la presenza massiccia di stranieri, la diffusione dell’Islam e la globalizzazione”) durante la partita inaugurale dell’Europeo (che si giocherà venerdì prossimo e vedrà scendere in campo la Francia padrone di casa contro la Romania).

A comunicare l’arresto – ai microfoni della tv francese ‘Bfmtv’ – è stato il capo dei servizi di sicurezza ucraini, Vasily Gritsak, che ha spiegato che l’uomo, fermato ad un checkpoint tra Ucraina e Polonia, dopo aver comprato gli esplosivi proprio nello stato ex sovietico avrebbe voluto effettuare “15 attentati terroristici” (con obiettivi ben precisi: una moschea, una sinagoga, un ufficio di riscossione delle imposte, aree pubbliche riservate ad Euro 2016, veicoli della polizia).

L’arrestato (un 25enne insospettabile, senza precedenti penali), oltre al tritolo, aveva con sé “5 kalashnikov, più di 5.000 proiettili, due lanciagranate anticarro, 100 detonatori, 20 passamontagna e altri oggetti” e in Ucraina avrebbe inoltre contatto gruppi armati per avere supporto logistico.

Adesso le autorità stanno indagando per riuscire a capire come il giovane (nel cui domicilio sono stati trovati elementi che lo ricondurrebbero alla galassia dell’estrema destra) sia riuscito a procurare il denaro necessario per poter acquistare l’arsenale sequestrato (dal valore complessivo di 250mila euro).

E se una minaccia viene sventata, non bisogna dimenticare le parole di ieri del presidente François Hollande: “Esiste la minaccia. E questa minaccia, purtroppo, ci sarà per molto tempo. E’ necessario prendere tutte le misure perché Euro 2016 abbia successo”.

Con un dispiegamento di forze dell’ordine abbondante (in Francia saranno operativi oltre 70.000 poliziotti) e un buono lavoro di intelligence tutto potrebbe filare liscio.