Inghilterra, bambina aggredita da un cane ha rischiato di perdere l’occhio. I parenti chiedono l’abbattimento del cane

NINTCHDBPICT000242783619La storia della piccola Lacey-Marie Smith dimostra la pericolosità dei cani nei confronti dei bambini, per quanto questi possano essere mansueti, infatti, basta poco per fare uscire la loro natura e rovinare la vita di un bambino per sempre. Lacey stava giocando e divertendosi con alcuni amici nel giardino del nonno a Gloucester (piccola città nella parte sud ovest dell’Inghilterra), quando, ad un tratto, è stata attaccata dal cane di un vicino, questo l’ha afferrata per la testa ed ha cercato di buttarla a terra, fortunatamente per lei, il padre si accorto subito dell’aggressione ed è riuscito ad allontanare il cane ed evitare conseguenze peggiori. La bambina però aveva una grave ferita al volto che partiva dalla parte destra della fronte e finiva sotto l’occhio, perciò si è reso necessario l’intervento di un ambulanza e successivamente un intervento chirurgico al viso della piccola per ricucire la ferita e cercare di limitare i danni.

La Lacey è ancora in uno stato di shock acuto,  la madre, invece, è infuriata per l’accaduto e non si capacita del fatto che la sua piccola ha dovuto passare il suo sesto compleanno all’ospedale, queste le parole della donna: “Mia figlia si è svegliata in ospedale il giorno del suo sesto compleanno con un terrore che si porterà a vita. Se il morso fosse stato qualche centimetro più in basso avrebbe perso l’occhio, l’attacco da parte del cane è stato ingiustificato quindi non preventivabile, sono devastata“. Dell’accaduto ha parlato anche il nonno della bambina, proprietario di diversi cani, affermando che lui, consapevole della natura selvaggia degli animali, fa molta attenzione a separare i suoi nipoti dai cani per evitare che accadano cose come questa. L’uomo ha poi aggiunto di essere terribilmente dispiaciuto per l’accaduto ma che bisogna prendere una decisione drastica e punire il cane: ” Capisco le persone che amano gli animali ed i cani in particolare. Io ho un mastino francese di otto anni e mezzo, lo amo molto, moltissimo, ma se attacca un bambino c’è un unica soluzione: mandarlo a dormire“.