Mattanza a Napoli, ucciso un 24enne capoclan ed un 19enne a Ponticelli

Napoli torna ad essere la città della mattanza mafiosa, delle vendette e dei colpi sparati che raggiungono chiunque sia di mezzo fra l’assassino e la vittima, senza differenze.
Due ragazzi sono stati uccisi nella serata di ieri nel quartiere di Ponticelli nella città partenopea, in Via Cleopatra. Le vittime sono il 24enne Raffaele Ceppaurolo, e Ciro Colonna, di soli 17 anni. Il primo era considerato il capoclan di un gruppo criminale, quello dei “Barbutos“, chiamati così per via delle lunghe barbe.

Il clan si era insediato nel Rione Sanità, e quindi si era spostato nella zona est perché era stato cacciato. Secondo una napoliprima ricostruzione dell’agguato, le vittime sarebbero state raggiunte a piedi da due killer, che hanno sparato loro dei colpi molto da vicino. L’obbiettivo dell’agguato, però, sarebbe stato solamente Cepparuolo, che è morto sul luogo della sparatoria.

Ma vicino al bersaglio si trovava anche il 17enne Colonna, che non c’entrava nulla con l’agguato: anche lui è stato colpito e poi portato in condizioni disperate all’ospedale Villa Betania, ma i medici non hanno potuto che accertare il decesso a causa delle gravi ferite.
I killer sono fuggiti a piedi e si sono infilati in un vicolo, dove probabilmente avevano un mezzo col quale fuggire. Il quartiere di Ponticelli è uno dei più pericolosi di tutta la città di Napoli.

Mariagrazia Roversi