USA, Obama da l’ok per i bombardamenti in Afghanistan

raid-aerei-535x300Secondo i media americani, il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, avrebbe dato mandato per un maggiore supporto alle truppe USA in Afghanistan. La decisione è stata presa allo scopo di fornire maggiore assistenza alle truppe di difesa afghane contro i ribelli talebani e prevede, a differenza di quanto fatto finora, anche l’utilizzo di bombardamenti aerei. L’utilizzo dei raid aerei sarà strumentale a delle operazioni tattiche che facilitino il compito delle truppe di terra a prendere il controllo di zone nevralgiche del paese.

Questa decisione comporta un cambiamento della strategia militare dell’esercito USA in Afghanistan, infatti, se finora il supporto militare veniva fornito supporto solo nel caso in cui le truppe afghane si fossero trovate in difficoltà durante gli attacchi ribelli ( dunque con il solo scopo di aiutare la difesa del territorio), adesso i militari potranno offrire il proprio appoggio anche in operazioni offensive tese a sgominare i focolai d’insurrezione. Questo cambio di rotta, ovviamente, va contro alla precedente politica che prevedeva la riduzione graduale delle forze permanenti in territorio afghano, prima di questa direttiva, infatti, era prevista una riduzione delle truppe a partire dal gennaio 2017 che avrebbe visto la diminuzione dei militari USA da 9800 a 5500. La decisione è stata presa da Obama, dopo la recente riunione con alcuni generali e diplomatici che gli hanno sconsigliato di ritirare le truppe, secondo questi, infatti, il ritiro delle truppe avrebbe implicato un passo indietro nella lotta ai talebani.