Condannato per abuso d’ufficio il marito della senatrice Finocchiaro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:54

Il giudice della terza sezione penale di Catania ha infine riconosciuto Melchiorre Fidelbo, marito della senatrice del Partito Democratico Anna Finocchiaro, colpevole del reato di abuso d’ufficio. In conseguenza a tale reato, Fidelbo è stato condannato a nove mesi di carcere con sospensione della pena. Il pm Alessandro La Rosa aveva richiesto un anno di reclusione per abuso d’ufficio. L’indagine riguardava l’appalto per l’informatizzazione del PTA, a Giarre, in cui egli era finito sotto accusa per aver affidato l’appalto”senza previo espletamento di una procedura ad evidenza pubblica e comunque del divieto di affidare incarichi di consulenza esterna”.

fidelboL’uomo è stato però assolto dall’accusa del reato di truffa. Fidelbo, ex dirigente sanitario dell’ASP 3, Catania, era imputato assieme ad Antonio Scavone e Giuvanni Puglisi: entrambi sono stati assolti dalle accuse di abuso d’ufficio e di truffa. Secondo l’accusa il servizio di informatizzazione sarebbe stato affidato direttamente, senza esperire una gara d’appalto alla società Solsamb Srl.

L’accordo sarebbe risalto alle elezioni del 2010. Fidelbo era stato ritratto come “una persona particolarmente pressante“. Dopo l’inaugurazione dell’impianto, Massimo Russo, assessore della sanità, inviò gli ispettori per fare luce della vicenda. Fidelbo è stato invece assolto dall’accusa di “truffa aggravata ai danni dello Stato” perché “il fatto non sussiste”.

Mariagrazia Roversi