Isis, 21enne marocchina fugge per arruolarsi: ricercata in tutta Italia

Ha 21 anni ed è già stata plagiata dalle idee nere del terrorismo islamico Meriem Rehaily, ragazza di Arzergrande, provincia di Padova, che è fuggita da casa nel luglio del 2015 per raggiungere l’ISIS e combattere in Siria.
Il GIP di Venezia, Roberta Marchiori, ha firmato un mandato d’arresto su richiesta della procura anti terrorismo per la ragazza, che adesso avrebbe cambiato nome e si farebbe chiamare sorella Rim. La donna è accusata di terrorismo.

meriemEra stato detto che la giovane aveva chiamato a casa dei genitori per dirsi pentita della scelta, ma il padre ha smentito la notizia. La ragazza sarebbe fuggita di casa e andata fino a Bologna, da lì un aereo per la Turchia e per la Siria, per seguire la follia dello Stato Islamico.
Il problema della radicalizzazione dei giovani islamici, in una città come Padova che conta un numero di immigrati enorme, è reale.

Il prefetto di Padova, Patrizia Impresa, ha quindi ritenuto di rafforzare le difese anti terrorismo. Il prefetto ha dichiarato: “Il livello di attenzione è stato alzato tantissimo ed è stata predisposta una implementazione forte dei servizi svolti dalle forze dell’ordine”. Ha anche aggiunto: “Questo non significa che dobbiamo allarmarci, ma sicuramente che questo territorio sotto il profilo del terrorismo necessita la massima attenzione”.

Mariagrazia Roversi