Renzi: “Se vince la Raggi? Un problema dei romani”

roma“Se vincesse la Raggi? Un problema dei cittadini romani”. Così il premier Matteo Renzi, intervenuto come ospite a La Repubblica delle Idee, ha commentato il ballottaggio nella Capitale tra la candidata del Movimento 5 Stelle e quello del Partito Democratico, Roberto Giachetti.

“Saremo molto leali con chiunque vincerà, ma se vince Virginia Raggi è un problema dei romani – ha detto Renzi, che ha aggiunto – considerare queste amministrative come un giudizio sul PD non ha senso. Anche la lettura dei dati è sbagliata: a livello nazionale, oggi il ballottaggio sarebbe con il centrodestra, e non con il M5S“.

“Se Roma vuole entrare in una fase in cui non si completa la metro e non si fanno le Olimpiadi secondo me è un errore”, ha tuonato Renzi, riferendosi chiaramente alle posizioni esternate dalla candidata grillina in campagna elettorale in merito alle Olimpiadi e alla Metro C.

Renzi, nel corso del suo intervento, ne ha approfittato anche per parlare di legge elettorale, confessando di non amare particolarmente l’Italicum. “Avrei preferito il Mattarellum con strumenti per garantire la vittoria”, ammette Renzi osservando come il sì ad ottobre sarà tuttavia un sì ad una riforma costituzionale che “dura 30 anni quando una legge elettorale dura molto meno”. Tuttavia, secondo Renzi, l’Italicum “è l’unica legge che può garantire la vittoria stabile di un partito senza partitini accanto“, laddove con il proporzionale “un governo dura quanto un gatto in autostrada”.