Euro 2016: oggi Italia-Belgio. Conte: “Voglio guerrieri, ma con la testa”

Solo una manciata di ore, e poi l’Italia scenderà in campo nella partita d’esordio di questo campionato europeo contro una delle favorite del torneo: il Belgio di Wilmots, Courtois e Vermaelen. Non una partita da poco, insomma. L’appuntamento è per le ore 21 di stasera e l’aria, già da stamattina, è apparsa di quelle che precedono un grande 15361_650_320_dy_Europei_2016_esordio_dellItalia_Con_il_Belgio_servono_subito_confermeevento.

Alla conferenza stampa di ieri, il ct azzurro ha tentato di fare il punto della situazione secondo quello che è il suo stile personale e il suo linguaggio. Ha parlato di guerrieri, di responsabilità, di numeri che sulla carta danno l’Italia perdente contro le furie rosse. “Saremo tutti guerrieri in campo- ha chiosato il commissario tecnico azzurro-. Non solo noi, ma anche il Belgio. Quando giochi un torneo così, senti una nazione intera che ti soffia alle spalle: i 23 dell’Italia e i 23 del Belgio.” Non solo cuore, comunque, ma tanta determinazione e la volontà di fare tutto il possibile per rimanere nella competizione: “L’importante, alla fine, sarà non avere rimpianti”, continua il ct. Accanto a lui l’altro uomo di riferimento di quest’Italia indefinibile, la bandiera che porta sulle spalle la responsabilità di parlare per bocca di tutto il gruppo. Gigi Buffon appare concentrato e serio, professionale nelle sue incombenze: “Non so se questa sia l’Italia più scarsa degli ultimi anni, ma so che non ci sentiamo una vittima sacrificale. Ai ragazzi dico che servirà un pizzico di sana follia, quel coraggio che ti permette di osare in campo.” Un coraggio che tutta l’Italia gli augura di trovare completamente.

Giuseppe Caretta