Francia, militante dell’ISIS uccide un poliziotto e la compagna, eliminato dalle teste di cuoio

L’orrore non sembra mai essere abbastanza. In Francia, Paese blindato per l’Euro 2016 che è in corso, è avvenuto un altro drammatico fatto di sangue compiuto da un folle dell’ISIS. Un uomo ha ucciso un ufficiale di polizia, quindi si è barricato nella sua abitazione, prendendo in ostaggio la compagna, morta anch’essa, e il bimbo di tre anni, miracolosamente illeso. Adesso le indagini sono nelle mani della procura anti terrorismo.

policeL’Amaq, agenzia del Califfato, ha rivendicato l’attacco, sostenendo che il terrorista fosse un combattente dell’ISIS.
Attorno alle 20:30, un ufficiale di polizia stava tornando nella sua casa a Magnanville. L’uomo, 42 anni, viene però colto di sorpresa da un uomo che lo uccide con nove colpi di pugnale, poi l’assassino si barrica nella casa della vittima, prendendo in ostaggio la compagna, anche lei funzionaria di polizia, e il figlio di soli tre anni della coppia.

La polizia, giunta sul posto, intima all’uomo di arrendersi: il terrorista prima non risponde, poi sostiene di essere un combattente dello Stato Islamico. Isolato il quartiere e tolta la luce ed il gas, le teste di cuoio fanno irruzione nella casa in un blitz. Il terrorista spara loro contro e viene quindi eliminato. In casa viene trovato, purtroppo, il corpo senza vita della donna ed il bimbo, sotto shock ma fortunatamente illeso.
E’ stata convocata una riunione d’urgenza all’Eliseo, prevista in mattinata, per fare luce sul drammatico fatto.

Mariagrazia Roversi