Parigi sconvolta dalle proteste per la riforma del lavoro, almeno 40 i feriti

Parigi è in una situazione di guerra da ieri pomeriggio, quando è iniziata la maggiore manifestazione mai fatta contro la legge El Khomri, la nuova riforma sul lavoro. Almeno 700 autobus hanno portato fino a Parigi i manifestanti che partecipavano alla protesta. Gli organizzatori hanno stimato almeno un milione di partecipanti.

franciaDopo qualche ora dall’inizio della manifestazione, alcuni facinorosi hanno iniziato a scagliare sassi e razzi contro le vetrine dei negozi, distruggendole. Gli scontri fra polizia e manifestanti non sono tardati: le forze dell’ordine hanno utilizzato i lacrimogeni contro il corteo. Le maggiori violenze sono avvenute presso la stazione metro Duroc, dove 15 agenti sono rimasti feriti. In tutto i feriti sono stati almeno 40, e numerose le persone fermate dalla polizia nel corso della giornata di protesta.

La legge El Khomri ha portato un grande scalpore in Francia, scatenando proteste inaudite. La legge diminuisce nettamente le tutele dei lavoratori, facilitando i licenziamenti economici, dando possibilità alle aziende di aumentare le ore di lavoro e pagando di meno gli straordinari. Non stupisce che la popolazione sia disposta a mettere a ferro e fuoco il Paese per cambiare questa legge da molti avvertita come degradante e contro i diritti fondamentali dei lavoratori.

Mariagrazia Roversi